Quali gli sbocchi lavorativi per l’Osteopata?

//Quali gli sbocchi lavorativi per l’Osteopata?

Quali gli sbocchi lavorativi per l’Osteopata?

Frequentare la scuola di osteopatia permette di inserirsi immediatamente nel mondo del lavoro.
Da subito il novello osteopata sarà capace di interfacciarsi e collaborare con il resto delle figure mediche e dei professionisti della salute.
Sebbene lo sbocco primario sia l’apertura di uno studio indipendente diventando così un libero professionista e avere la possibilità di gestire il proprio tempo, stanno nascendo sempre più collaborazioni all’interno di poliambulatori medici, strutture sanitarie e in alcuni casi ospedali (Meyer di Firenze; FateBeneFratelli di Roma).
Questo perché si sta sempre più manifestando l’utilità dell’osteopatia nel trattamento di molte problematiche.
Di conseguenza si potrà collaborare con:

  • Pediatri;
  • Gastroenterologi;
  • Ginecologi;
  • Ortopedici;
  • Neurochirurghi;
  • Cardiologi;
  • Etc.
By | 2017-11-09T17:19:04+01:00 Novembre 9th, 2017|Senza categoria|0 Comments